Un’intera playist dedicata alla nostra Madre:

Canti Mariani

Note Biografiche 

Don Antonio Parisi

Nato nel 1947 a Noicàttaro (BA), sacerdote dal 1971, studi teologici al Seminario Regionale di Molfetta, diplomato in Organo nel 1976 e docente presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari.

Consulente per la musica sacra per oltre vent’anni presso l’ULN, attualmente membro della Consulta Nazionale dell’ULN della CEI.

Direttore da oltre 25 anni dell’Ufficio Diocesano di Musica sacra della Diocesi di Bari-Bitonto e dell’Istituto di musica per la liturgia.

Autore di circa 250 canti liturgici, tutti pubblicati presso le edizioni Paoline e la Carrara di Bergamo, diffusi in tutta Italia.

Pubblica per le riviste: Vita Pastorale, La Vita in Cristo e nella Chiesa, Rivista di Pastorale Liturgica.

Dirige la Rivista on line “Psallite.net”.

Musica liturgica

Cosa, Chi, Dove, quando e perché

La musica sacra sarà tanto più santa quanto più strettamente sarà unita all’azione liturgica, sia dando alla preghiera un’espressione più soave e favorendo l’unanimità, sia arricchendo di maggior solennità i riti sacri. La Chiesa poi approva e ammette nel culto divino tutte le forme della vera arte, purché dotate delle qualità necessarie. Perciò il sacro Concilio, conservando le norme e le prescrizioni della disciplina e della tradizione ecclesiastica e considerando il fine della musica sacra, che è la gloria di Dio e la santificazione dei fedeli, stabilisce quanto segue”.

anni di esperienza

Canti liturgici realizzati

Articoli e relazioni

Impara GRATIS con +33 video
su YouTube

Gli Articoli

I Canti Liturgici di successo

I Canti Liturgici di successo

Potrei chiamarla la hit parade dei canti più eseguiti in questi anni su youtube. Cosa hanno di particolare per piacere così tanto? Perché incontrano il favore di un pubblico così vasto?

Portale del Sacro Cuore di Gesù | Collabs

Portale del Sacro Cuore di Gesù | Collabs

Dagli inizi della sua vita pubblica, Gesù ha sempre desiderato che la Sua Parola arrivasse a tutti gli angoli del mondo, perché nessun uomo rimanesse nell’oscurità; perché ognuno di noi avesse la possibilità di salvezza.

{

Se canto, non sarò un semplice esecutore di musiche: sarà l’atto del pregare cantando,  sarà l’espressione viva della gioia che mi erompe dall’intimo; sarà l’atto con cui sintonizzo il   grido del mio cuore con quello dei fratelli”

– mariano magrassi